Header

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

 

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Sanremo 2021: blasfemia e vilipendio della fede cattolica.
Il nulla esibito come cultura.

Quaresima 4
0Sanremo2021

La Quarta Domenica di Quaresina porta il nome di «laetare» cioè la Domenica della gioia. Oggi il Padre ci indica, attraverso la sua Parola, la via di salvezza in Cristo Gesù, suo Figlio, innalzato sulla Croce. Aiutati dalla Parola di Dio impariamo a guardarlo, ad accoglierlo, a seguirlo. Lasciamoci attrarre da Lui.

Oggi celebriamo anche la Santa Messa di Riparazione perchè al Festival di Sanremo, nei giorni scorsi, sono stati derisi e dissacrati i simboli della nostra Religione Cattolica. Preghiamo Dio Padre Onnipotente che ascolti la nostra supplica e che perdoni il male commesso.

«Gesù dolcissimo, il cui immenso amore per gli uomini vene con tanta ingratitudine ripagato di oblio, di trascuratezza, di disprezzo, ecco che noi, prostrati dinanzi ai vostri altari, intendiamo riparare con particolari attestazioni di onore una così indegna freddezza e le ingiurie con le quali da ogni parte viene ferito dagli uomini l'amatissimo vostro cuore».

3Domenica«Gesù è il tempio e la dimora della gloria di Dio».
«Il Signore ti annuncia che farà a te una casa» 2Sam 7,11.

Attraverso le Dieci Parole dell’Alleanza, pronunciate da Dio sul Monte Sinai al popolo di Israele, era stato donato un cammino di libertà per raggiungere una pienezza di vita nell’umile servizio all’unico Signore. La Legge diventa così un luogo privilegiato di incontro e di comunione con Dio. Ma per Israele in cammino verso la terra della promessa vi era un altro luogo della presenza di Dio in mezzo al suo popolo: la tenda, segno di un Dio che scende incontro all’uomo, cammina con lui, lo accompagna, lo guida. La pretesa di Davide di costruire una dimora stabile per il Signore, aveva trovato resistenze in Dio stesso che, per mezzo del profeta Natan, aveva risposto al re: «Il Signore ti annuncia che farà a te una casa» 2Sam 7,11. Dio non abita in un luogo fatto di pietre ma in una casa di carne viva, di cui egli stesso è garante della sua perennità.
«Vuoi pregare nel tempio? Prega dentro di te... ma cerca prima di essere tu stesso tempio di Dio, affinché Egli possa esaudire chi prega nel suo tempio» S. Agostino.

2Domenica«Vivi in Cristo».
Nella Chiesa si riflette la gloria di Cristo Risorto.


È il titolo che la nostra Chiesa di Verona ha scelto per la Quaresima e la Pasqua 2021. «Vivi in Cristo» è un titolo volutamente ambiguo, che si presta ad una duplice interpretazione, giocando sulla prima parola «vivi». Potremmo leggerla come un aggettivo declinato al plurale che rimanda all’identità battesimale. Ma potremmo anche intenderla come un imperativo singolare che esorta ad essere Corpo di Cristo e identifica così la dimensione eucaristica. Ambedue le interpretazioni portano in sé la dimensione pasquale che in questo tempo suona come una chiamata ai cristiani a non lasciarsi dominare dalla paura e dalla morte per vivere la testimonianza di chi ha incontrato il Signore e invita alla speranza, alla vita vera. Chi vive in Cristo non è mai solo perché trova in Lui il Figlio di Dio. Inoltre, in Lui ciascuno trova una moltitudine di fratelli e sorelle che, condividendo la stessa mensa, diventano famiglia. Perché alla tavola di chi vive in Cristo, c’è posto per tutti. L’immagine scelta è una porzione del mosaico realizzato nel 2006 da Padre Marko Ivan Rupnik e dagli artisti del Centro Aletti nella cappella del Collegio San Stanislao a Ljubljana, in Slovenia.

1Domenica«Attende Domine»: il canto che già da solo
dice: «È arrivata la Quaresima!»

«
Parce Domine»:
è una antica antifona quaresimale gregoriana.


Attende Domine è un classico senza tempo… il canto che già da solo dice: «È arrivata la Quaresima!». Per il suo carattere e la sua solennità la destinazione migliore è quella di Inno di ingresso nel Tempo di Quaresima, in quanto introduce molto bene al clima celebrativo del tempo liturgico.

Parce Domine è una antica antifona gregoriana. La melodia austera del canto gregoriano ci accompagna nell’esprimere la nostra supplica a Dio. Dice infatti: «Perdona, Signore il Tuo popolo, non rimanere in eterno adirato con noi».

Autobus ATV

Giorni Feriali
Linea 70 (fermata Piazzale del Cimitero)
Linee 11-12-13-51 (fermata Chiesa di San Paolo) - 300m a piedi
Giorni Festivi
Linea 94 (fermata Piazzale del Cimitero)
Linee 90-92-98 (fermata Chiesa di San Paolo) - 300m a piedi