Header

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

 

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

madonna lourdes«O bella mia speranza, dolce amor mio Maria,
Tu sei la vita mia, la pace mia sei Tu...».


In una fredda mattina del gennaio 1849 Pio IX si affaccia dal balcone del palazzo che lo ospita e vede il mare in tempesta. È preoccupato. Gli è accanto il cardinal Lambruschini suo compagno di esilio nella fortezza di Gaeta. Erano fuggiti da Roma in seguito alla rivolta che già aveva fatto delle vittime. Il cardinale dice al Papa: «Vostra Santità non guarirà il mondo dai mali che l'opprimono… se non proclamando articolo di fede l'Immacolata Concezione della Madonna». Pochi giorni dopo Pio IX diffonde un lettera in cui chiede ai Vescovi di prendere posizione sul dogma dell’Immacolata. L'esito è quasi plebiscitario e l'8 dicembre del 1854 il Papa può dichiarare il solenne dogma di fede secondo cui «la beatissima Vergine Maria sin dal primo istante del concepimento, per singolare grazia e privilegio di Dio e in vista dei meriti di Gesù Cristo, fu preservata immune da ogni macchia di peccato originale». 
La mattina di quell'8 dicembre, nella Basilica di san Pietro, al momento della lettura del testo ufficiale, Pio IX è investito da un fascio di luce proveniente dall'alto, fenomeno sorprendente, perché in nessun periodo dell'anno, e tanto meno alla vigilia della stagione invernale, da nessuna finestra un raggio di luce poteva raggiungere l'abside dove si trovava il Papa...

1Avvento2013bis«L’Anno liturgico è sempre nuovo». Patriarca Marco Cè, Genn. 2003.
«Ad te levavi» dall'Antifona di ingresso della Santa Messa.

«Quel che è stato sarà e quel che si è fatto si rifarà» Qo 1,9. La spiritualità cristiana è radicata nell’Anno Liturgico: la pianta affonda le radici nel terreno da cui trae la sua vita… se la strappi, muore. L’Anno Liturgico rappresenta un filo di speranza nella nostra vita personale e nella storia dell’uomo. Nelle vicende che ci accompagnano ogni giorno, anche quelle che potrebbero sembrare disperate, addirittura sfuggite dalle mani di Dio, ecco che celebriamo gli eventi della vita di Gesù: sono «finestre di speranza», che attestano la presenza di Dio nella storia dell’uomo. Egli opera anche quando non ce ne accorgiamo...

CristoRe2018«Non voglio combattere, né vivere, né morire,
se non per Voi e per la Vostra Chiesa.
Madre Santa di Guadalupe, concedetemi
che il mio ultimo grido sulla terra
ed il mio cantico nel Cielo sia: Viva Cristo Re!».

Trentaquattresima puntata. Che cosa accadrà? Quali colpi di scena ci rivelerà l'ultimo Vangelo di questo anno in compagnia di Luca?

AnimePurgatorio«Anime Sante, anime purganti,
pregate per noi, e noi pregheremo per voi,
perché il Signore vi doni presto
la gioia del Santo Paradiso».


Il Purgatorio è una verità della dottrina cristiana. Io non lo auguro né a me stesso, né a voi… ma credo che tutti forse dovremmo fare questa esperienza, perché è il nostro destino. Dante Alighieri, il sommo poeta, dice così: «Canterò di quel secondo regno dove l'umano spirito si purga e di salir al cielo diventa degno». Il Purgatorio è un luogo, una condizione in cui le anime ricevono la purificazione dalle macchie e dalle pene rimaste in loro al momento della morte. Le macchie da cui le anime vengono purificate sono di tre categorie, di tre specie: i peccati veniali, che non sono ancora stati rimessi in confessione; le abitudini cattive che abbiamo preso nella nostra vita, e la pena temporale dovuta ai peccati mortali rimessi. Dobbiamo ora fare una piccola digressione sulla «Indulgenza Plenaria o Indulgenza parziale». Sappiamo che le indulgenze sono tesori straordinari che Dio affida alla sua Chiesa. 

Autobus ATV

Giorni Feriali
Linea 70 (fermata Piazzale del Cimitero)
Linee 11-12-13-51 (fermata Chiesa di San Paolo) - 300m a piedi
Giorni Festivi
Linea 94 (fermata Piazzale del Cimitero)
Linee 90-92-98 (fermata Chiesa di San Paolo) - 300m a piedi