Header

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

 

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

AnnunciazioneBeatoAngelico«Io sono l’Immacolata Concezione».
«Nulla è impossibile a Dio» Lc 1,37.

In una fredda mattina del gennaio 1849 Pio IX si affaccia dal balcone del palazzo che lo ospita e vede il mare in tempesta. È preoccupato. Gli è accanto il cardinal Lambruschini suo compagno di esilio nella fortezza di Gaeta. Erano fuggiti da Roma in seguito alla rivolta che già aveva fatto delle vittime. Il cardinale dice al Papa: «Vostra Santità non guarirà il mondo dai mali che l'opprimono… se non proclamando articolo di fede l'Immacolata Concezione della Madonna». Pochi giorni dopo...

1Avvento2013bisIl Signore verrà.
«Lo vedranno venire con grande potenza e gloria» Lc 21,27.

Avvento: inizia un nuovo anno liturgico con le celebrazioni che ci accompagneranno per i prossimi dodici mesi. Comincia oggi e riguarda lo spazio di poche settimane nel quale siamo invitati a disporre l'animo alla celebrazione della nascita del Figlio di Dio. Il concetto di Avvento viene introdotto nel cristianesimo per contrapporre l'idea pagana di «avvento», cioè venuta, arrivo di un imperatore o di una divinità a cui gli uomini dovevano rendere culto. All'arrivo imminente di un personaggio pagano i cristiani contrappongono la concezione di Cristo «veniente», colui che era, che è e che viene...

Veni Creator Spiritus1
Se non lo troviamo è come se non fosse nato.
«Veni Creator Spiritus...».

Il 1 Gennaio sono ben quattro i motivi che ci aiutano a fare festa. Il primo: oggi inizia il nuovo anno civile e il Signore ci dona la sua benedizione con quelle bellissime parole: «Ti benedica il Signore e ti custodisca, faccia risplendere per te il suo volto e ti faccia grazia, rivolga a te il suo volto e ti conceda pace». Il secondo: la Chiesa mette il nuovo anno sotto la protezione del manto della Santa Vergine. Il terzo motivo: si celebra la Giornata della Pace. Il quarto motivo: da secoli la Chiesa intona oggi il canto del Veni Creator, perché lo Spirito Santo guidi le nostre azioni nel nuovo anno con la sua forza e la sua potenza.

Te Deum1«Te Deum laudamus, Te Dominum confitemur».
«T
e hominem laudamus».

Nell'ultimo giorno di quell'anno il Buon Dio era in Cielo e guardava in giù, in una piccola chiesa dove la gente si accingeva a cantare il Te Deum. La chiesa non aveva più campanile né campane e il vecchio parroco aveva dovuto tappare alla meglio i grossi buchi delle mura e del tetto, perchè i fedeli, nei giorni di pioggia e di neve non si bagnassero troppo.

Autobus ATV

Giorni Feriali
Linea 70 (fermata Piazzale del Cimitero)
Linee 11-12-13-51 (fermata Chiesa di San Paolo) - 300m a piedi
Giorni Festivi
Linea 94 (fermata Piazzale del Cimitero)
Linee 90-92-98 (fermata Chiesa di San Paolo) - 300m a piedi