Header

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

 

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Ascensione1Oggi partiamo dalla fine 
Perché tutto ha inizio dalla fine, dall'epilogo che epilogo non è. La storia non termina lì, perché proprio lì dove ti aspetteresti i titoli di coda come in un film, inizia un mondo nuovo, una vita nuova. Noi festeggiamo l'Ascensione di Gesù al cielo, eppure anche il fatto che Lui rimane qui. Alla fine della storia che ci è stata raccontata, l'autore non pensa alla fine di tutto. Della serie: Che tristezza, il Maestro se ne va. No, Matteo ha il fuoco del risorto dentro: non ricordate che lui è sempre con noi?

medjMadonna“Ho preso l’abitudine, dopo ogni apparizione, di recitare il Rosario e riflettere su ogni parola che la Madonna ha detto nel suo messaggio. Innanzitutto cerco di comprendere ciò che Dio vuole dire a me personalmente e solo dopo penso ciò che vuole comunicare agli altri tramite me. Il messaggio è rivolto a tutti noi, perché Dio vuole che tutti lo ascoltiamo e tutti lo viviamo. Forse è giunto un tempo straordinario e dobbiamo testimoniare la nostra fede, non dando consigli alle persone su cosa debbano fare. Tutti sono bravi a parlare, invece è importante parlare per mezzo della nostra vita, vivendo i messaggi della Madonna, vivendo con Dio ogni giorno”.
Mirijana

5DomPasquaA2014Il Vangelo di oggi ci esorta a non avere paura: "Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me". Gesù formula questo invito nel contesto dell'Ultima Cena quando deve iniziare il cammino della Passione. Ancora una volta il Signore ci sorprende perché Lui stesso vive quello dice. I suoi insegnamenti li vive anche sulla sua pelle. A buona ragione può definirsi la Via, la Verità, la Vita.

4DomPasquaA2014È la Domenica del Buon Pastore.
Oggi vorrei condividere con voi alcuni spunti presi qua e là nelle diverse letture. Tutto oggi mi pare legato più del solito. Nel Libro degli Atti degli Apostoli Pietro, dopo la Risurrezione, trova un coraggio da leoni. Quanto è bello questo Pietro così audace, quando noi tutti ancora ce lo ricordiamo traditore, fifone che rinnega persino di avere conosciuto Gesù! Quanto coraggio infonde a me, a noi e alla Chiesa intera!

Papi27Aprile1Al centro di questa domenica che conclude l’Ottava di Pasqua, e che San Giovanni Paolo II ha voluto intitolare alla Divina Misericordia, ci sono le piaghe gloriose di Gesù Risorto. Egli le mostrò già la prima volta in cui apparve agli Apostoli, la sera stessa del giorno dopo il sabato, il giorno della Risurrezione. Ma quella sera, come abbiamo sentito, non c’era Tommaso; e quando gli altri gli dissero che avevano visto il Signore, lui rispose che se non avesse visto e toccato quelle ferite, non avrebbe creduto. Otto giorni dopo, Gesù apparve di nuovo nel cenacolo, in mezzo ai discepoli: c’era anche Tommaso; si rivolse a lui e lo invitò a toccare le sue piaghe. E allora quell’uomo sincero, quell’uomo abituato a verificare di persona, si inginocchiò davanti a Gesù e disse: «Mio Signore e mio Dio!» Gv 20,28.

Altri articoli...

Autobus ATV

Giorni Feriali
Linea 70 (fermata Piazzale del Cimitero)
Linee 11-12-13-51 (fermata Chiesa di San Paolo) - 300m a piedi
Giorni Festivi
Linea 94 (fermata Piazzale del Cimitero)
Linee 90-92-98 (fermata Chiesa di San Paolo) - 300m a piedi