Header

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

 

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

AnnunciazioneBeatoAngelico«Io sono l’Immacolata Concezione».
«Nulla è impossibile a Dio» Lc 1,37.

In una fredda mattina del gennaio 1849 Pio IX si affaccia dal balcone del palazzo che lo ospita e vede il mare in tempesta. È preoccupato. Gli è accanto il cardinal Lambruschini suo compagno di esilio nella fortezza di Gaeta. Erano fuggiti da Roma in seguito alla rivolta che già aveva fatto delle vittime. Il cardinale dice al Papa: «Vostra Santità non guarirà il mondo dai mali che l'opprimono… se non proclamando articolo di fede l'Immacolata Concezione della Madonna». Pochi giorni dopo...

1Avvento2013bisIl Signore verrà.
«Lo vedranno venire con grande potenza e gloria» Lc 21,27.

Avvento: inizia un nuovo anno liturgico con le celebrazioni che ci accompagneranno per i prossimi dodici mesi. Comincia oggi e riguarda lo spazio di poche settimane nel quale siamo invitati a disporre l'animo alla celebrazione della nascita del Figlio di Dio. Il concetto di Avvento viene introdotto nel cristianesimo per contrapporre l'idea pagana di «avvento», cioè venuta, arrivo di un imperatore o di una divinità a cui gli uomini dovevano rendere culto. All'arrivo imminente di un personaggio pagano i cristiani contrappongono la concezione di Cristo «veniente», colui che era, che è e che viene...

CristoRe2018«Viva Cristo Re!».
«Tu lo dici: io sono Re» Gv 18,37.

 
Solennità di Cristo Re. Il Vangelo ci propone la scena dell'incontro di Gesù con Pilato. Il Re dell'universo sta davanti al rappresentante di una potenza terrena destinata a cadere. Egli, l'uomo che proclama la libertà dei figli di Dio, è prigioniero: Egli, la Santità stessa, è punito come un malfattore. È proprio in questo violento contrasto che appare in tutta la sua grandezza la Missione reale di Cristo Salvatore.

AnimePurgatorio«Un luogo di giustizia e di misericordia».
Il Purgatorio: purificazione finale degli eletti.
 
Un giorno un frate chiese a Padre Pio di applicare la celebrazione della Santa Messa a suffragio dell’anima di suo padre, morto trent’anni prima. Padre Pio disse che lo avrebbe fatto nella Messa del giorno dopo. La mattina seguente Padre Pio disse a quel frate: «Gioisci. Oggi il tuo papà è entrato in paradiso!». Ma quel frate, invece di gioire, si rattristò e disse: «Ma Padre, il mio papà è morto già da trent’anni». Al che Padre Pio esclamò: «Dinanzi a Dio tutto si paga».
 
«Dinanzi a Dio tutto si paga»: sta qui la ragione del Purgatorio. Ma nel Purgatorio ci sono anche le gioie. Anzitutto, la certezza della salvezza eterna. Poi là non si pecca più: finchè si sia in vita non si sa se si cadrà in peccato. In Purgatorio invece v’è la certezza di poter amare per sempre il Signore, senza più offenderlo. I nostri suffragi alleviano, abbreviano o addirittura eliminano le pene. Molti Santi e teologi, poi, parlano di una relazione intensa fra le anime del Purgatorio e gli Angeli del cielo. Infine, la visita di Maria Santissima, per confortare le anime del Purgatorio. Dunque, un «luogo» di giustizia e di misericordia.

CimiteroVeronaIl nostro Dio è più forte anche della morte.
«La nostra patria è nei cieli» Fil 3,20.
 
Pregare per i nostri Defunti, in modo speciale durante la celebrazione eucaristica, è un uso invalso da secoli nella Chiesa, che sottolinea come i cristiani siano sempre stati attenti a vivere una comunione intensa con i Defunti. Nella preghiera, infatti, mentre si instaura un'intima relazione con Dio e ci si immedesima in un dialogo profondo che edifica e rasserena, si ha la possibilità di percepire la presenza certa di tutti coloro che il Signore sostiene e accompagna e dei quali non si è mai dimenticato, appunto le anime dei nostri cari Defunti.

Altri articoli...

Autobus ATV

Giorni Feriali
Linea 70 (fermata Piazzale del Cimitero)
Linee 11-12-13-51 (fermata Chiesa di San Paolo) - 300m a piedi
Giorni Festivi
Linea 94 (fermata Piazzale del Cimitero)
Linee 90-92-98 (fermata Chiesa di San Paolo) - 300m a piedi